Ristrutturazioni con assicurazione di invalidità (AI)

Se sei portatore di handicap fisico o sensoriale, potresti avere la necessità di rendere la tua abitazione adatta ad essere vissuta autonomamente, attraverso modifiche architettoniche o l’installazione di mezzi ausiliari. Molti di questi interventi rientrano tra le ristrutturazioni con assicurazione di invalidità (AI), permettendoti di adeguare la tua casa alle tue esigenze a costo zero.

La Confederazione svizzera ha fissato determinate condizioni che permettono di accedere a questo piano di agevolazioni, che coinvolge non solo la ristrutturazione ma anche spese accessorie (preparazione all’uso, riparazione, manutenzione).

Cerchi una ditta in grado di adeguare la tua abitazione con interventi di ristrutturazione coperti dall’assicurazione di invalidità? Se abiti in Ticino, Renov Haus può darti tutta l’assistenza di cui hai bisogno: chiamaci allo 058 255 03 55 oppure compila il nostro modulo se desideri maggiori informazioni o per fissare un appuntamento per un sopralluogo tecnico gratuito e senza impegno.

Ristrutturazioni con assicurazione di invalidità (AI): gli interventi ammessi

Le ristrutturazioni per gli adeguamenti e per l’installazione di mezzi ausiliari sono coperte dall’assicurazione di invalidità a patto che il bisogno emerga prima dell’età AVS (Assicurazione Vecchiaia e Superstiti).

Ciò significa che nel caso in cui il bisogno nascesse in età coperta da AI, l’intervento sarà sovvenzionato e tale diritto verrà mantenuto anche in età AVS. Al contrario, se la necessità di adeguamento dovesse emergere una volta superato il limite di età previsto, la persona non avrebbe diritto ad alcun finanziamento.

Per quanto riguarda le modifiche architettoniche, gli interventi di ristrutturazione sovvenzionati dall’assicurazione di invalidità sono:

  • adeguamento di bagno, doccia e WC
  • modifiche alle pareti divisorie (spostamento o demolizione)
  • installazione di rampe o eliminazione soglie
  • adeguamento delle porte d’ingresso e delle porte interne
  • installazione di supporti d’appoggio (maniglie, sbarre, corrimano, apriporta)
  • installazione impianti segnaletici per sordi o sordociechi

Per quanto riguarda quest’ultimo tipo di intervento, una grossa mano al giorno d’oggi viene data dai dispositivi integrati negli impianti di domotica, pensati per aiutare le persone invalide e gli anziani.

Ristrutturazioni con assicurazione di invalidità (AI): i requisiti abitativi

Oltre alle condizioni relative all’età, la Confederazione ha stabilito dei requisiti anche per quanto riguarda il contesto abitativo nel quale l’intervento di ristrutturazione viene eseguito.

L’assicurazione di invalidità copre l’adeguamento sia di case di proprietà che di abitazioni in affitto o locazione.

Nel primo caso viene fatta un’opportuna specifica: per le case di nuova costruzione viene finanziata solamente l’installazione di quelli che abbiamo individuato come supporti d’appoggio (sbarre, corrimano, maniglie, …).

La motivazione è semplice: la Confederazione ritiene che un’adeguata progettazione deve tener conto delle esigenze delle persone con handicap, al punto da non rendere necessario un adeguamento. Pertanto, qualora questa necessità dovesse presentarsi, verrebbe qualificata come negligenza in fase di progettazione.

Per quanto riguarda invece le ristrutturazioni con AI di appartamenti, verrà preso in esame il contratto di locazione, guardando con un occhio di favore quelli più stabili. Ciò non significa che nel caso di trasferimenti imprevisti l’assicurazione di invalidità non possa coprire anche interventi nella nuova abitazione del soggetto interessato.

La stessa assicurazione, inoltre, si impegna a coprire anche le spese di ripristino dell’appartamento allo stato anteriore dell’adeguamento. In termini pratici il proprietario può riavere l’abitazione nelle condizioni precedenti alla ristrutturazione, senza che il locatario debba sostenere alcuna spesa.

Ristrutturazioni con assicurazione di invalidità (AI): i mezzi ausiliari

Stando alla documentazione ufficiale emanata dall’Ufficio federale delle assicurazioni sociali, viene stabilito che gli assicurati dell’AI hanno diritto, nei limiti previsti dal Consiglio federale, ai mezzi ausiliari di cui necessitano per riuscire ad esercitare un’attività lucrativa o ad adempiere le mansioni consuete (come la gestione dell’economia domestica).

Tale diritto viene esteso anche ai mezzi ausiliari che sono considerati necessari per studio, formazione e l’assuefazione funzionale. Infine, si specifica come tra questi mezzi ausiliari rientrino anche quelli che permettono agli assicurati dell’AI di condurre con la maggiore indipendenza e autonomia possibile la loro vita privata. In tale ambito rientrano quei mezzi che facilitano lo spostamento, i contatti con l’ambiente e l’ampliamento dell’autonomia.

Elevatori per scale e rampe

La concessione di elevatori per scale e rampe, a partire dal 1 luglio 2020, avviene sotto forma di prestito. L’unico requisito posto per l’ottenimento di questa forma di sovvenzione è che senza gli adeguamenti richiesti essa sia impossibilitata a lasciare l’abitazione (e che non vi soggiorni in istituto).

elevatore per rampe e scale

Ciò ha semplificato notevolmente i requisiti precedenti, in vigore fino al 30 giugno 2020, che prevedevano che il richiedente avesse necessità degli elevatori per scale e rampe per compiere il tragitto casa-lavoro.

L’assicurazione per invalidità, nel caso di installazione di elevatori per scale e rampe, finanzia i costi per la rimozione e la modifica di elementi architettonici interni all’abitazione, nei pressi di essa e anche sul luogo di formazione scolastica o di lavoro, oltre ai costi dei dispositivi stessi.

Mezzi per gestione dell’economia domestica

Le persone che percepiscono un’assicurazione di invalidità hanno diritto a ricevere dei contributi anche per coprire le spese di adeguamento dell’abitazione per la gestione dell’economia domestica. È il caso di tutti quegli individui che convivono con limitazioni sensoriali o motorie.

Una sedia a rotelle avrà bisogno di spazi più ampi e accessi facilitati, come rampe esterne, la rimozione di barriere architettoniche, l’allargamento dei vani delle porte e l’installazione di maniglie e sbarre di supporto. Pensiamo inoltre alla progettazione di mobili su misura, come una cucina con un piano di lavoro con lo spazio sottostante libero.

maniglie di supporto

Un altro caso frequente potrebbe essere quello di una persona non vedente o ipovedente che ha la necessità di installare dispositivi pensati per compensare questo deficit (elettrodomestici ad alta accessibilità, ad esempio).

L’assicurazione di invalidità copre quindi tutte le spese per gli adeguamenti architettonici fatti con queste finalità, a patto che comportino (riprendendo le disposizioni ufficiali) un considerevole incremento delle capacità di rendimento nelle mansioni consuete.

Ciò significa che le modifiche all’interno dell’abitazione devono corrispondere a un miglioramento sensibile della qualità della vita dell’individuo, intesa in questo caso come possibilità di gestire l’economia domestica.

Mezzi per l’autonomia

Un’altra tipologia di interventi sovvenzionati è quello per i mezzi finalizzati ad ampliare l’autonomia all’interno dell’abitazione.

Un esempio è dato dalla necessità di ristrutturare il bagno, installando un WC-doccia o un WC-essiccazione. La stanza può essere poi completata con un box doccia ampio, dotato di tutti i supporti e le sedute necessarie a lavarsi in completa sicurezza e autonomia.

In questi casi la condizione per l’ottenimento del sussidio è che la persona non sia in grado, senza questi adeguamenti, di provvedere autonomamente all’igiene personale.

Renov Haus: professionisti al tuo servizio

Renov Haus è la ditta specializzata in costruzioni e ristrutturazioni edili che può aiutarti negli interventi di adeguamento architettonico della tua abitazione.

Con il supporto dell’assicurazione di invalidità potrai adattare la tua casa alle tue esigenze. Dopo un sopralluogo tecnico gratuito, i nostri esperti saranno in grado di accompagnarti lungo tutto il percorso di ristrutturazione. Dopo la progettazione dovrai solamente attendere la consegna finale, grazie alla formula chiavi in mano che ti permette di ristrutturare senza pensieri.

Ci occuperemo anche delle pratiche amministrative, richiedendo quindi le autorizzazioni necessarie per avviare i lavori e, in caso di ristrutturazioni e interventi più approfonditi, di effettuare le dovute registrazioni catastali al termine.

Per ristrutturazioni con assicurazione d’invalidità (AI) in Ticino, scegli Renov Haus: chiamaci allo 058 255 03 55 oppure compila il nostro modulo per fissare un appuntamento per un sopralluogo tecnico gratuito e senza impegno.

Cosa sono le ristrutturazioni con assicurazione di invalidità (AI)?

Con questa definizione si intendono gli
adeguamenti e le installazioni di mezzi ausiliari che sono coperte dall’assicurazione di invalidità.

Quali sono gli interventi di ristrutturazione con assicurazione di invalidità (AI)?

Secondo quanto dichiarato dalla documentazione istituzionale, gli interventi sono adeguamento di bagno, doccia e WC, modifiche alle pareti divisorie (spostamento o demolizione), installazione di rampe o eliminazione soglie, adeguamento delle porte d’ingresso e delle porte interne,
installazione di supporti d’appoggio (maniglie, sbarre, corrimano, apriporta), installazione impianti segnaletici per sordi o sordociechi.

Cosa sono i mezzi ausiliari coperti nelle ristrutturazioni con assicurazione di invalidità?

Si tratta dei mezzi di cui le persone necessitano per esercitare un’attività lucrativa o adempiere alle mansioni consuete, come la gestione dell’economia domestica. Parliamo ad esempio di elevatori per rampe e scale, adeguamenti strutturali e eliminazione di eventuali barriere architettoniche.

Chi si occupa di ristrutturazioni con assicurazione di invalidità in Ticino?

Renov Haus è una ditta che può fornire soluzioni di ristrutturazione per adeguare gli ambienti domestici alle necessità di un percettore di assicurazione d’invalidità.

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email

CONSULENZA GRATUITA
e SENZA IMPEGNO!

OTTENGO IL MIO PREVENTIVO GRATUITO

Guida-Incentivi-Mockup

NUOVA GUIDA INCENTIVI 2021

COSA DICONO DI NOI

4.5/5
Agata Gallizia
Agata GalliziaCliente Privato
Leggi Tutto
Sono veramente contenta; in passato avevo già sostenuto una ristrutturazione, ma la soluzione di un "unico interlocutore" proposta da Renov Haus fa la differenza.
Kamilla Bianchi
Kamilla BianchiCliente privato
Leggi Tutto
Ho affidato a Manuela, una loro architetta, la sopraelevazione di casa mia. Tutto è andato nella giusta direzione e nei tempi che avevamo concordato!
Dario Bernasconi
Dario Bernasconicliente privato
Leggi Tutto
Ci siamo affidati a Renov Haus per la ristrutturazione del nostro b&b. Oltre alla piena disponibilità, abbiamo apprezzato stile e qualità...e lo hanno apprezzato anche tutti i nostri clienti.
Precedente
Successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

SEGUICI SUI SOCIAL

Questo sito utilizza i cookie, Se sei contrario alla raccolta di essi e desideri approfondire il perchè della richiesta, visita la nostra cookie policy.