Incentivi Ristrutturazione Casa 2020 Scopri Ora i Vantaggi

Ristruttura casa, crea valore!

Una prassi altamente diffusa al giorno d’oggi è quella di concedere ai cittadini delle detrazioni fiscali tramite incentivi ristrutturazione casa per i lavori di rinnovamento ed efficientamento energetico della propria abitazione o locale commerciale. Anche la Svizzera aderisce a questo programma di sostegno, predisponendo diversi incentivi per la ristrutturazione in Canton Ticino come sul resto del territorio.

Parliamo di sostegno perché viene data la possibilità di usufruire di detrazioni fiscali che vanno ad abbattere nel tempo i costi sostenuti, favorendo il rinnovamento edilizio nell’ottica del mantenimento del valore immobiliare e dell’ecosostenibilità.

Oltre ai lavori più comuni, infatti, un occhio di riguardo viene dato all’installazione di impianti basati sullo sfruttamento di energia rinnovabile, perseguendo gli obiettivi delle politiche ambientali. Cerchiamo allora di fare una panoramica generale su quali lavori possano godere degli incentivi per la ristrutturazione in Canton Ticino, in che misura, quali enti se ne occupano e come fare per ottenerli. Se al termine avessi bisogno di ulteriori informazioni, non esitare a lasciarci un commento: saremo lieti di risolvere ogni tuo dubbio.

Se invece desideri fissare un appuntamento per una consulenza sui lavori di ristrutturazione per la tua casa, compila il nostro modulo e potrai avere un sopralluogo tecnico gratuito e senza impegno.

Incentivi ristrutturazione in Canton Ticino: il programma

In ambito energetico esistono diversi livelli di incentivi fiscali. Questi sono rivolti a opere edilizie che si occupano del risanamento degli edifici, dello sfruttamento di energie rinnovabili e dell’efficientamento energetico. Quest’ultimo punto, in particolare, richiede che al termine dei lavori la classe energetica assegnata all’abitazione o al locale commerciale sia superiore a quella precedente.

Da un punto di vista territoriale, il piano di detrazioni è gestito dai diversi enti: Confederazione, cantoni e comuni. Affinché l’iter di richiesta delle detrazioni risulti valido, fermo restando il rispetto dei relativi requisiti, è necessario che questa venga inoltrata all’ente competente prima dell’inizio dei lavori.

Se per i comuni la situazione è talmente ampia da non poter essere trattata da un punto di vista generale e va quindi analizzata individualmente, qui possiamo prendere in esame le opzioni a livello federale e cantonale. Andiamo a vedere più nel dettaglio quali sono le possibilità a disposizione dei cittadini del Canton Ticino, analizzando gli incentivi per la ristrutturazione in base alla tipologia di lavoro da eseguire.

Incentivi ristrutturazione in Canton Ticino: il tetto

incentivi rifacimento tetto

Quando parliamo di rifare il tetto sappiamo che il tipo di lavori che dovremo sostenere dipenderà in maniera sensibile dallo stato attuale, verificabile da un perito professionista. La valutazione infatti non può essere fatta sulla sola copertura ma deve coinvolgere anche, in maniera approfondita, la struttura. Questa si divide in grande orditura e piccola orditura, due sezioni che anche se possono apparire “sane”, rischiano di nascondere problemi strutturali potenzialmente pericolosi.

Nel momento in cui interveniamo con lavori di ristrutturazione totale del tetto, allora, possiamo fare affidamento all’iniziativa “Risanamento Base”. Questo piano fino al 1 gennaio 2017 era di competenza federale, sotto il nome di “Programma Edifici”. Da quella data invece ha subito un’integrazione che lo ha unito al pre-esistente (e già citato) “Risanamento Base”, trasferendone la gestione ai singoli cantoni.

Questo programma copre interventi di risanamento energetico su tetto, pareti, pavimenti e finestre. Le condizioni e l’ammontare degli incentivi sono stati ridefiniti con il decreto esecutivo del 6 aprile 2016 e la successiva modifica del 21 dicembre dello stesso anno.

Incentivi ristrutturazione Canton Ticino: il fotovoltaico

incentivi fotovoltaico casa

Lo sfruttamento di energie rinnovabili rientra nella gestione di due diverse tipologie di incentivo, uno federale ed uno cantonale.

La Svizzera infatti ha istituito un programma d’incentivazione della Confederazione che si occupa di favorire la diffusione di impianti basati su fotovoltaico, geotermia, biomassa, idroelettrico ed eolico.

L’incarico è stato affidato dalla Confederazione a Pronovo SA, che è l’ente di certificazione accreditato per la registrazione delle garanzie di origine e la gestione dei programmi federali d’incentivazione delle energie rinnovabili. Il suo compito è quello di gestire il Sistema di rimunerazione per l’immissione di elettricità (SRI) e la Rimunerazione unica (RU). La prima è pensata per rimborsare la tassa di immissione relativa alla corrente per le energie rinnovabili, mentre la seconda prevede un contributo d’investimento una tantum per impianti fotovoltaici.

A livello cantonale subentra anche il Fondo energie rinnovabili, conosciuto come FER. Questo piano è in vigore dal 2014 per finanziare la realizzazione di impianti che producono energia elettrica da fonti rinnovabili in Ticino (in particolare il fotovoltaico). Il FER inoltre si occupa di sostenere anche progetti di ricerca, studi, consulenza e attività comunali che vengono svolti nell’ambito del miglioramento dell’efficienza energetica.

Sul sito ufficiale del fondo è possibile trovare un prospetto completo di tutte le detrazioni spettanti in base alla tipologia di impianto scelto. Ad esempio, gli impianti al di sotto dei 30 kW di potenza non possono concorrere alla richiesta del RIC-TI ma possono ottenere il contributo unico (CU) che rimborsa circa il 10% dei costi di installazione di un impianto fotovoltaico standard. A questo è possibile sommare il contributo federale che va a coprire un ulteriore 30% dei costi di investimento.

Incentivi ristrutturazione in Canton Ticino: l’impianto di climatizzazione

incentivi impianto climatizzazione

Anche l’installazione dell’impianto di climatizzazione può concorrere per l’ottenimento di incentivi fiscali. Il programma di riferimento in questo caso è EFFIBOILER, di competenza federale e promosso da Energie Zukunft Schweiz.

Il cittadino aderente può ricevere un contributo di 450 CHF per la sostituzione di boiler elettrici semplici con boiler a pompa di calore (pompe di calore per acqua calda).

La concessione dell’incentivo è subordinata al rispetto di criteri ben definiti, stando a quanto riportato dal sito istituzionale dell’ente. Infatti si stabilisce che:

  • Saranno sovvenzionate solo le caldaie a pompa di calore messe in funzione/installate da un installatore qualificato. A riprova della qualifica viene richiesta la fattura per la messa in funzione/installazione, che deve essere allegata alla domanda di finanziamento.
  • Le domande di sovvenzione vanno presentate tassativamente entro 6 mesi dall’installazione della caldaia a pompa di calore corrispondente. Di conseguenza le richieste pervenute oltre questo termine non saranno prese in considerazione.
  • Possono essere sovvenzionate solo le caldaie a pompa di calore con un costo pari o superiore a CHF 2700, IVA e installazione incluse. I costi ovviamente devono essere comprovati da copie della fattura.
  • Infine, nei casi in cui sono previste più di 5 caldaie a pompa di calore nell’ambito di un progetto più ampio (riqualificazione di un complesso residenziale cooperativo, riqualificazione di sovrastrutture/aree), l’Energie Zukunft Schweiz deve essere contattata prima di presentare una domanda, in modo da poter definire l’importo dell’eventuale contributo finanziario.

Il rilascio del contributo è subordinato alla disponibilità del budget stanziato per il singolo cantone.

Come richiedere gli incentivi ristrutturazione casa in Canton Ticino

La procedura generale prevede due fasi, che devono essere entrambe assolte perché l’iter sia ritenuto valido.

Abbiamo un procedimento per la richiesta dell’incentivo, che dev’essere fatta tassativamente prima dell’inizio dei lavori. È necessario compilare e inoltrare lo specifico modulo (relativo all’incentivo per il quale viene fatta la domanda), allegando tutta la documentazione prevista dalla normativa. L’inizio dei lavori è vincolato alla decisione dell’ente in merito alla concessione dell’incentivo.

Una volta terminati i lavori, si richiede una dichiarazione che ne attesti la conclusione. Anche qui, dal punto di vista burocratico, servirà compilare e inoltrare il modulo relativo all’incentivo concesso e la contestuale documentazione.

A scanso di equivoci, specifichiamo che in caso di richieste multiple sarà necessario inviare altrettanti moduli.

Renov Haus si occupa di tutto, anche degli incentivi

Se stai valutando di avviare dei lavori di ristrutturazione per la tua casa o locale commerciale, affidati a Renov Haus. Con noi avrai a tua disposizione un team di professionisti qualificati che potranno seguirti in ogni fase del processo di rinnovamento, dal sopralluogo iniziale (gratuito) alla fase di progettazione, fino alla realizzazione vera e propria.

Inoltre, il nostro team amministrativo si occuperà della predisposizione delle pratiche necessarie per l’avvio dei lavori e per l’ottenimento delle detrazioni fiscali e degli incentivi a te spettanti. La nostra filosofia si basa sulla qualità, delle persone e dei materiali utilizzati, per fornirti opere di ristrutturazione chiavi in mano. Il tuo unico pensiero sarà di esprimere i tuoi desideri e attendere la fine dei lavori per avere un ambiente tutto nuovo e pronto all’uso.

Contattaci allora, lasciando un commento se vuoi saperne di più sui nostri servizi di ristrutturazione residenziale e commerciale. Altrimenti puoi compilare il nostro modulo e un nostro referente ti contatterà per fissare un appuntamento per una perizia gratuita. In questo modo potremo fornirti un preventivo di spesa trasparente e completo di tutte le voci necessarie alla realizzazione dei lavori.

Hai trovato l'articolo interessante? Condividilo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.