Rifare Il Tetto: 4 Consigli Utili Per Te!

Ristruttura casa, crea valore!

Rifare il tetto è un lavoro impegnativo e delicato al tempo stesso, dal momento che dobbiamo lavorare su una superficie ampia e soppesando attentamente la funzionalità e i vincoli strutturali dell’edificio.

In un simile contesto professionalità e qualità devono essere le linee guida per ottenere un risultato di cui non pentirci. Rattoppare un tetto rifatto male, se non addirittura doverlo nuovamente rifare da zero, comporta infatti non pochi disagi e spese.

Stai cercando un’impresa affidabile per la sostituzione o per la ristrutturazione del tetto di casa?

Ecco che allora una delle prime cose da fare è muoversi alla ricerca di una ditta edile che sia competente ed affidabile. Fondamentale è che vengano usati materiali adatti e durevoli, ponderando attentamente l’eventualità di riciclare i materiali già presenti. Risparmiare, infatti, non sempre è la scelta migliore. Renov Haus può aiutarti, mettendo a tua disposizione un team di architetti ed operai professionisti, capaci di rifare il tuo tetto al meglio e riducendo al minimo tempistiche e disagi per te. Lasciaci un commento se desideri maggiori informazioni, oppure compila il nostro modulo per fissare un sopralluogo tecnico gratuito, senza impegno.

Rifare il tetto: la struttura

La prima cosa da analizzare quando ci troviamo in condizioni di dover rifare il tetto è la sua struttura. Ancor prima di pensare al progetto, ancor prima di chiedersi quali siano i costi, è fondamentale conoscere quali sono gli elementi costitutivi di ciò che abbiamo sopra la testa.

Questo perché diverse strutture richiedono diversi tipi di interventi, pertanto un preventivo che sia completo e trasparente non può prescindere da una perizia tecnica svolta direttamente sul posto da un esperto. Gli elementi da considerare sono due:

  • la grossa orditura;
  • la piccola orditura.

Vediamo di cosa si tratta: la grossa orditura è la struttura portante, composta da punti di appoggio del tetto e, nella maggior parte dei casi, da quelle che si chiamano capriate. Queste sono delle strutture triangolari studiate per sorreggere la base per la copertura. Come abbiamo già avuto modo di introdurre, è importantissimo che per la grossa orditura vengano usati materiali di qualità e soprattutto che siano durevoli. Solitamente si fa affidamento su legno, acciaio o calcestruzzo.

La piccola orditura si integra con la grossa e va a formare la struttura base su cui poi verrà poggiata la copertura. Qui è dove troviamo travicelli verticali e correnti orizzontali.

È facile capire come un’analisi accurata delle condizioni del tetto esistente possa essere condotta solo da un professionista, che deve prendere in esame diversi aspetti per arrivare poi alla visione d’insieme. Solo dopo sarà possibile passare alla progettazione, sulla base della perizia stilata e delle modalità di intervento necessarie.

Rifare il tetto: cosa fare e cosa non fare

imprese per ristrutturazione tetto

Spesso quando si devono sostenere lavori importanti, l’idea è quella di provare a risparmiare quanto più possibile. Difficilmente però “meno è meglio”, soprattutto quando si parla di ristrutturazioni delicate come questa. Vediamo allora qualche consiglio che potrebbe rivelarsi utile in fase di scelta.

Riciclare va bene? Dipende

Non è raro sentir parlare di rifare il tetto riutilizzando i materiali presenti. Se talvolta questa soluzione può essere conveniente dal punto di vista economico, difficilmente si tratterà anche di una soluzione destinata a durare nel tempo. Pertanto conviene valutare se la spesa, ridotta rispetto a una ristrutturazione totale, sia anche profittevole nel lungo periodo. Verosimilmente infatti, un tetto rifatto con materiali riciclati avrà un’aspettativa di durata sensibilmente inferiore ad uno totalmente nuovo, aumentando i rischi di dover intervenire a livello manutentivo, se non addirittura con un’ulteriore rifacimento del tetto. Attenzione, quindi, perché come abbiamo detto in apertura non sempre risparmiare è la soluzione ideale. Riutilizzare tegole e listelli della copertura precedente può portare ad un lavoro fatto male, motivo per cui serve valutare attentamente pro e contro di questa soluzione.

Rifare il tetto fai da te: meglio di no

Un secondo consiglio, sempre legato al voler risparmiare, è quello di prendersi il tempo per valutare attentamente le varie proposte e i preventivi che possiamo ottenere. L’idea di fare da soli una lavorazione di tale portata, sarebbe da scartare. Ci sono molte testimonianze di persone che, ad esempio, sono dovute correre ai ripari a lavori in corso, affidandosi a ditte specializzate per correggere alcuni errori fatti sulla base dell’inesperienza. Ditte che spesso devono ripartire da zero, smantellando quanto fatto e raddoppiando le spese da sostenere: ne vale la pena?

Rattoppare o ristrutturare?

Un errore piuttosto comune è quello di dare per scontato che per sistemare una singola zona del tetto sia sufficiente intervenire sulla stessa. È vero che spesso rattoppare è sufficiente a garantire l’integrità strutturale per altri anni, ma altre volte un problema visibile può essere collegato a molti altri più nascosti. Ancora una volta una consulenza professionale permette di individuare ed eventualmente isolare la zona da rifare, valutando se sia il caso di estendere la ristrutturazione ad una porzione più ampia o a tutto il tetto. In questo modo potremo evitare di dover intervenire a più riprese, nel caso in cui la situazione fosse degenerativa. Un lavoro completo (dove necessario) va considerato come un investimento che permette di risparmiare nel lungo periodo.

Seguire scrupolosamente le regole

Un tetto dev’essere prima di tutto sicuro. C’è un motivo infatti se continuiamo a ripetere che la presenza di un professionista è imprescindibile. Al di là della consulenza e della valutazione, coinvolgere un professionista permette di avere un tetto che sia progettato a norma di legge e nel rispetto di tutti gli standard di sicurezza. Al di là del rischio insito di cedimenti strutturali, infatti, le sanzioni per delle costruzioni non a norma sono molto salate. Personale formato e qualificato può scongiurare tutti questi potenziali intoppi, mettendoci al sicuro da problemi sia pratici che legali.

Rifare il tetto: l’isolamento

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la procedura di isolamento. Per il rifacimento del tetto infatti dobbiamo valutare anche quale possa essere il miglior sistema per mantenere una temperatura interna adeguata, in ogni stagione. Case diverse richiederanno sistemi diversi, pertanto serve capire quale materiale sia il più adatto a noi.

La coibentazione porta con sé diversi vantaggi. I principali vanno ricercati nel comfort domestico, nel mantenimento del valore dell’abitazione e soprattutto nella diminuzione dei consumi energetici, con conseguente risparmio in bolletta.

Anche qui i materiali giocano un ruolo importantissimo. La scelta solitamente è tra pannelli isolanti in sughero, schiuma di poliuretano espanso, fibra di legno e vetro granulare. Se ti stessi chiedendo quale tra questi è il più economico, sicuramente il poliuretano espanso è il materiale che permette di risparmiare di più. Sono pannelli di facile produzione e leggeri da movimentare, a fronte di una proprietà isolante di altissimo livello.

Non vanno sottovalutati però i materiali naturali, anch’essi leggerissimi e poco costosi. Come detto, la scelta va fatta insieme ad un esperto che sappia indirizzarci verso i materiali che possano rendere al meglio nella nostra abitazione.

Detrazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione del tetto

Su tutto il territorio federale della Svizzera sono presenti diverse forme di incentivo e detrazione fiscale per i cittadini che devono sostenere lavorazioni come quelle di ristrutturazione del tetto. La gestione territoriale di queste agevolazioni è affidata ai singoli cantoni, quindi anche per il Ticino è possibile aderire al programma Risanamento Base (ex-Programma Edifici).

In questo modo è possibile fare richiesta per le detrazioni fiscali per i lavori su tetto, pareti, pavimenti e finestre. Non va sottovalutata poi la possibilità di integrare la ristrutturazione con l’installazione e la posa di un impianto fotovoltaico, per aderire ai contributi legati allo sfruttamento di fonti di energia rinnovabili (legati al fondo FER).

La prerogativa di base per l’ottenimento delle agevolazioni fiscali è quella di andare a migliorare l’efficienza energetica, aumentando per esempio l’isolamento termico, il risparmio di energia oppure la riduzione di emissioni di CO2.  Ogni progetto comunque dev’essere obbligatoriamente sottoposto all’approvazione degli enti preposti, come i servizi dell’energia cantonali, o di un esperto CECE.

Anche i singoli comuni mettono a disposizione dei propri cittadini ulteriori forme di incentivi, da valutare su base individuale a seconda della residenza.

Rifare il tetto: Renov Haus è il professionista per te

costo rifacimento tetto

Se ti stai guardando attorno alla ricerca della soluzione migliore per ristrutturare il tuo tetto, Renov Haus ha la soluzione per te. Affidandoti a noi infatti troverai una squadra composta da professionisti del settore edile, capaci di seguirti e proporti le migliori soluzioni dal primo sopralluogo fino alla realizzazione finale.

Potrai discutere di tutti i tuoi desideri e delle tue necessità con i nostri progettisti, senza preoccuparti poi del cantiere che verrà coordinato dai nostri operai e tecnici, riducendo al minimo i disagi per te. Il nostro team amministrativo si occuperà di richiedere le autorizzazioni necessarie all’avvio dei lavori, portando avanti anche le pratiche per l’ottenimento delle detrazioni fiscali a te spettanti.

Lasciaci un commento allora se desideri informazioni sui nostri servizi: ci occupiamo anche di ristrutturazione residenziale e commerciale , di singoli ambienti o dell’intero edificio. Compila il nostro modulo se invece vuoi fissare un appuntamento per un sopralluogo gratuito e senza impegno, utile per fornirti un preventivo di spesa trasparente e senza sorprese, per conoscere il prezzo per la sostituzione del tetto.

Hai trovato l'articolo interessante? Condividilo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.