Lo stile natural (o natural chic) è perfetto per chi cerca un ritorno alle origini e per chi vuole portare all’interno della propria casa l’accogliente sensazione di tranquillità degli ambienti boschivi, delle foreste nordiche e degli scenari rurali.

Legno e pietra sono gli elementi cardine sui quali si sviluppa ogni progetto di interior design orientato verso questo stile, caratterizzato da colori caldi ma delicati, superfici grezze e un continuo richiamo al rapporto con la madre terra che emerge anche dai più piccoli dettagli.

Questa genuinità non va però confusa con un’assenza di eleganza, anzi. Dagli elementi d’arredo fino ai tessili e all’illuminazione, ogni componente di una casa natural chic riflette una scelta di stile precisa e pregna di carattere.

Se vuoi saperne di più sullo stile natural, qui troverai tutto ciò di cui hai bisogno. Se invece hai già le idee chiare su come vuoi ristrutturare la tua casa, contattaci!

Chiamandoci allo 058 255 03 55 oppure compilando il nostro modulo potrai fissare il tuo appuntamento per un sopralluogo gratuito con i nostri professionisti dell’interior design e cambiare totalmente volto ai tuoi ambienti.

Stile natural: la storia

Lo stile natural trova le proprie origini nell’architettura organica di Alvar Aalto. Non si tratta di una vera e propria corrente, quanto piuttosto di un richiamo alla tradizione e alla cultura del nord Europa.

Il merito di Aalto è stato quello di essere riuscito a portare nel mondo uno stile industriale nordico con la sua azienda Artek che produce mobili, soprattutto in legno.

Oggi quindi lo stile natural viene spesso accomunato allo stile definito “nordico”, in cui i colori e i materiali naturali vengono modellati in forme semplici e morbide.

Stile natural: le caratteristiche

Chi sceglie lo stile natural, solitamente, sceglie più di un concetto di interior design. Molto spesso si tratta dell’espressione di uno stile di vita, caratterizzato dall’attenzione a temi importanti come l’ecologia e il rispetto dell’ambiente.

Lo stile natural, inoltre, riesce a fondere le caratteristiche di diversi stili adattandole alla propria chiave di lettura eco-friendly.

Arredamento

Arredare con materiali naturali, mantenendo un progetto improntato al design, è la sfida più grande per chi vuole donare alla propria casa un’identità green.

Tutto deve rimandare allo stesso concetto, dalla luce ai tessuti, fino agli stessi mobili.

Pensiamo alle sedute: elementi d’arredo come sedie, poltrone e panche sono spesso composti da fibre intrecciate, come il vimini, o da materiali come il bambù e il rattan. Lo stesso vale molto spesso per tavoli e tavolini, che sono così anche molto pratici da spostare visti i materiali leggeri impiegati.

Non mancano i contrasti, giocati spesso sulla compresenza di diversi tessuti grezzi che creano così un gioco materico su più piani sensoriali, con protagonisti la canapa, la iuta, il lino o la lana (tutti tessuti di origine naturale).

Ovviamente non vengono trascurati i materiali più tradizionali: legno, pietra e metallo trovano sempre la loro collocazione, in un’interpretazione al passo con i tempi attraverso combinazioni potenzialmente infinite.

I colori

I colori dello stile natural sono neutri, caldi e delicati. L’obiettivo è quello di stimolare sensazioni di relax, aiutando a rigenerare il corpo e la mente.

Il concetto delle origini torna quindi ancora una volta in una rappresentazione estetica simile ad un quadro. I dettagli usano il verde delle piante e il celeste del cielo, usati per completare i colori della terra che esprimono coerenza con il legno, elemento predominante della scena. 

Niente contrasti forti, quindi, o colori troppo accesi. La palette cromatica deve esaltare le caratteristiche dei materiali, come le venature del legno o la porosità della pietra, senza apparire come unica protagonista degli ambienti.

L’illuminazione

Come nello stile Minimal, anche qui è fondamentale il ruolo della luce naturale.

Tutto il progetto di ristrutturazione e rinnovamento dei tuoi ambienti ruoterà attorno ad essa. L’obiettivo è quello di dare vita ad un gioco di esaltazione reciproca, in cui la luce esterna riesca a sottolineare e valorizzare i dettagli dei tuoi interni, i quali a loro volta devono essere in grado di concederle la massima espressione.

Per questo motivo molta importanza viene data alle finestre, spesso di grandi dimensioni e con telai di colore bianco per amplificare ulteriormente la luminosità.

L’illuminazione artificiale, invece, è orientata su toni caldi e accoglienti, sfruttando lampadine con filamento a vista oppure paralumi in tessuto o intrecci di materiali naturali, accompagnati magari dalla luce soffusa di qualche candela o, nei mesi più freddi, dal fuoco di un caminetto. 

Le piante

In una casa in stile natural non possono mancare piante e fiori. Divenuti elementi sempre più importanti nell’interior design, oggi ogni ambiente curato ha il suo angolo verde.

Non si tratta solo di estetica però: le piante, oltre a dare un tocco di colore, rendono la tua casa più accogliente, rilassante e fresca, influendo anche sull’aria che respiri e riempiendola con i loro profumi.

Il verde delle piante, inoltre, sta bene veramente dappertutto, motivo per cui vale sempre la pena di riservare almeno un angolo alle esponenti green per eccellenza.

I richiami poi possono essere anche semplicemente decorativi, utilizzando magari motivi floreali sulle pareti o su qualche mobile, sempre in maniera discreta e con colori coerenti con il resto della stanza.

Stile Natural: i materiali

Nel contesto contemporaneo c’è grande impegno nella sensibilizzazione sulle problematiche climatiche globali.

Anche in campo residenziale abitativo e commerciale, quindi, il tema ambiente viene tenuto in grande considerazione. L’esplosione dello stile natural (così come delle case in legno, ad esempio) va proprio di pari passo con questo trend, il cui obiettivo è quello di ristrutturare e arredare con un occhio di riguardo nei confronti dell’ecologia e dell’ecosostenibilità.

Una ristrutturazione green, quindi, va fatta con una scelta accurata dei materiali non solo sulla base della loro resa ma anche della loro provenienza (pensiamo ad esempio al prefinito, più ecosostenibile del legno massello quando si parla di parquet).

Certo, esistono anche materiali alternativi e moderni in grado di simulare alla perfezione l’effetto pietra o l’effetto legno (laminato, PVC, gres, …) ma si tratta comunque di materiali meno naturali e meno eco-friendly, nell’accezione più profonda del termine.

Tutto dipende, quindi, dalla scelta tra applicare lo stile natural come “filosofia di vita” o dal volerlo introdurre in casa come concept estetico.

Legno

Il legno è uno dei materiali natural per definizione. Analizzando il trend dal punto di vista dell’ecosostenibilità, capiamo come la preferenza sia per il legno riciclato, meno impattante sull’ambiente.

La naturalezza di questo materiale, anche nelle sue imperfezioni, riesce a decorare i tuoi spazi con calore e delicatezza, nonostante un aspetto a prima vista grezzo. Ciò che il legno permette di creare è un contrasto netto con le tendenze che hanno caratterizzato i decenni precedenti, distaccandosi dalla freddezza di una modernità asettica.

I legni più utilizzati sono quelli classici, come il rovere, il noce, l’olmo e la quercia, accanto a legni più esotici come il doussié dalle tipiche tonalità rossastre, il teak o l’iroko.

Per i pavimenti, come anticipato, la preferenza va al parquet prefinito rispetto a quello in legno massello. Il motivo è molto semplice: nel prefinito il legno “pregiato” è presente solo sulla parte superiore del listone, quella visibile. Ciò si traduce in una soluzione altrettanto d’impatto ma sensibilmente più eco-friendly (e anche economica).

Ovviamente un progetto di interior design natural non si limita a usare il legno per i pavimenti, sfruttandolo invece anche per i rivestimenti delle pareti e per i dettagli di stile.

Oltre a essere protagonista sul piano strutturale, infine, il legno è anche predominante nell’arredamento. Accanto alle soluzioni più tradizionali, nello stile natural viene fatto largo uso anche del legno nella sua forma originale.

Ecco quindi che non è raro trovare un tavolino fatto con la sezione di un tronco, oppure degli sgabelli ricavati da veri e propri ceppi di legno opportunamente trattati, così da conferire alla tua casa un aspetto totalmente green.

Pietra

Accanto al calore del legno, un progetto in stile natural non è completo senza la stabilità della pietra.

Elementi lignei e ignei vanno quindi di pari passo, per creare un contrasto tra la morbidezza dei primi e la durezza dei secondi.

Il richiamo è alle origini, con colori più scuri ad evocare l’immagine della pietra lavica dei vulcani, oppure colori più chiari tipici di alcuni paesaggi montani.

La scelta, in questo caso, è tra l’utilizzo di pietra naturale oppure di materiali alternativi (come i rivestimenti in gres porcellanato) con finiture che ne replichino l’aspetto.

Dal momento che il fuoco abbiamo detto essere un elemento importante anche per quanto riguarda l’illuminazione, molto spesso una casa in stile natural pone al centro della propria zona living un camino in pietra grezza, usato anche semplicemente come struttura all’interno della quale posizionare impianti di riscaldamento più moderni come i camini elettrici.

Metallo

Non si tratta propriamente di un materiale naturale ma rimane comunque un elemento imprescindibile all’interno di una casa.

Per questo motivo lo stile natural cerca di impiegare il metallo nella sua forma non lavorata, mantenendo una coerenza di fondo con l’aspetto grezzo del legno e della pietra.

I colori più usati sono quelli del rame e dell’ottone, rigorosamente non lucidati, anche per quanto riguarda le tubature che molto spesso sono lasciate a vista. Per ottenere l’effetto “anticato” i metalli possono anche essere trattati con tecniche specifiche, così da avere un materiale vecchio solo in apparenza.

Come per la pietra, anche il metallo può essere usato con varie finiture (come la sabbiatura) per alcuni rivestimenti, così da creare giochi di luce e contrasti sempre diversi ed estremamente dinamici.

Ovviamente la presenza di questi elementi deve essere discreta: stiamo arredando in stile natural, non steampunk!

I tessuti

Per completare il quadro, i tessuti sono fondamentali. Ovviamente parliamo di fibre naturali: lino (o lana), canapa e iuta sono quelli più apprezzati, grazie al loro aspetto grezzo e alla loro morbidezza in grado di contrastare con l’aspetto austero della pietra e del legno.

Le texture e le trame dei tessuti scelti dovranno completare in maniera armoniosa l’ambiente in cui vengono posizionati, cercando di non appesantirlo ma, all’opposto, di alleggerirlo con colori freschi e luminosi.

Niente di troppo sofisticato: la resa finale deve dare l’aspetto di una casa vissuta, quindi i tessuti vanno lasciati liberi di creare forme sempre nuove, adattandosi agli elementi su cui si posano.

Interior design Renov Haus: trova il tuo stile

Se vuoi cambiare look alla tua casa (ma anche al tuo ufficio o al tuo negozio), affidati all’esperienza di Renov Haus.

I nostri interior designer sono a tua completa disposizione, con un servizio di consulenza professionale che ti permetterà di individuare lo stile più adatto ai tuoi ambienti e alle tue necessità.

Affidandoti a noi potrai contare su servizi di rinnovamento e ristrutturazione chiavi in mano, così da avere un interlocutore unico per la gestione di tutte le fasi del tuo progetto.

Chiamaci allo 058 255 03 55 oppure compila il nostro modulo: potrai fissare il tuo appuntamento per un sopralluogo gratuito con i nostri professionisti e ottenere così il tuo preventivo su misura e senza alcun impegno.

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Roberto Badiali

Roberto Badiali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie, Se sei contrario alla raccolta di essi e desideri approfondire il perchè della richiesta, visita la nostra cookie policy.